FORGIAMO OGGI L'ESPERIENZA CHE TI SERVIRA' PER IL TUO DOMANI

SCHANK ACADEMY

Benvenuti nel mondo dell'Educazione innovativa

STORY CENTERED CURRICULA

Possiamo scrivere centinaia di curricula, con i corsi seguiti e le certificazioni conseguite, ma la nostra conoscenza e le nostre competenze sono il frutto dell’esperienza vissuta.

Per questo motivo, un corso tradizionale non potrà mai essere equiparabile ad un’esperienza lavorativa.

“Story-Centered-Curricula” è il riflesso delle nostre competenze ed è la via più breve per colmare il gap tra il mondo del lavoro e il mondo scolastico.

Adottando modelli di apprendimento, metodologie e tools progettati anche secondo  tecniche provate  nel settore dell’ Intelligenza Artificiale, sono nati i percorsi educativi  ed i vari programmi che si basano sul concetto di “Story-Centered-Curricula” sviluppati dal Prof. Roger Schank, CEO di Socratic Arts,  fondatore di “Engines for Education”, leader nello sviluppo di tecnologie educative ed  esperto di AI e dal prof. Ray Bairess, VP a Socratic Arts e fondatore di XTOL – Experiential Teaching Online e  esperto di formazione digitale avanzata.

TECHNET LEARNING  in collaborazione con SocraticArts, propone  al mercato dell’education e del “continuous learning”  italiano i primi tre programmi nel settore dell’information technology basati su questa metodologia.

“Ogni conoscenza inizia con l'esperienza: le nostre facoltà conoscitive – la sensibilità e l'intelletto – non potrebbero attivarsi e produrre sensazioni e concetti se gli oggetti esterni non offrissero loro degli stimoli”

I. Kant Critica della ragion pura (1781 e 1787)
Vantaggi competitivi rispetto ai colleghi
93%
Indice di soddisfazione. Lo consiglieresti ad un collega?
97%
Indice di remunerabilità sul mercato (incremento del salario/occupazione)
100%
Incremento di carriera a seguito del corso
45%
  • ideale per il reskilling del proprio staff interno
  • ideale per curvare il curricula di neo laureati
  • ideale per formare la propria carriera professionale

Scopri i nostri moduli formativi

I PROGRAMMI

Story Centered Curricula ("SCC")

L’educazione scolastica deve cambiare.

 Il mondo è cambiato radicalmente negli ultimi 100 anni mentre il mondo accademico è rimasto lo stesso. Questo stato di cose deve finire o gli studenti impareranno materie sempre più irrilevanti insegnato usando metodi sempre più obsoleti.

I professori spiegano. Gli studenti prendono appunti. Quindi c’è un esame. Le materie vengono insegnate indipendentemente l’una dall’altra in uno strano approccio “smorgasbord” (dal tipico nome del buffet norvegese dalla scelta ampia e variegata) che significa che i laureati riescono a malapena a ricordare ciò che hanno imparato l’anno prima. All’università questo stato di cose persiste perché i docenti non hanno interesse a cambiare nulla. Preferiscono di gran lunga focalizzarsi sulla ricerca piuttosto che al modo in cui avviene il vero apprendimento.

Nelle scuole superiori, questo stato di cose è ancora più strano. Nel modello di curriculum “subject-centered”, focalizzato sull’argomento, in atto nella maggior parte delle scuole, gli studenti passano da materia a materia, trascorrendo 45 minuti al giorno ciascuna. Le materie insegnate sono state decise nel 1859, oltre un secolo fa quando non erano certo interessati, né in grado di immaginare il mondo in cui viviamo oggi. L’esperienza scolastica che hanno creato non rispecchia in alcun modo come sarà la vita degli studenti dopo la laurea, né tiene conto di nessuna teoria moderna su come gli studenti possano apprendere efficacemente. L’esperienza è passiva, frammentata, non motivata e generalmente noiosa.

E, non a caso, di solito non funziona. Le percentuali di abbandono sono sorprendentemente alte.

Contrariamente a un curriculum passivo e orientato alla materia scolastica, un curriculum centrato sulla storia (SCC) può essere visto come un’esperienza di apprendimento tirocinante o di apprendistato attentamente progettata e  in cui lo studente affronta una sequenza pianificata di situazioni del mondo reale costruite per motivare lo sviluppo e applicazione di conoscenze e abilità in modo integrato.

Una storia realistica, al centro di ogni SCC, fornisce allo studente un ruolo significativo e motivante, progettato per garantire che lo studente affronti esattamente la giusta progressione delle sfide per approfondire e sviluppare le proprie capacità. 

Mentre i “personaggi” che uno studente incontra in un tradizionale apprendistato si occupano principalmente dei propri obiettivi di vita, i personaggi di un curriculum incentrato sulla storia sono specificamente costruiti per promuovere l’educazione dello studente fornendo sfide appropriate. I tutor svolgono il ruolo di esperti, fornendo coaching individuale, aiuto e feedback allo studente, incoraggiando al contempo l’apprendimento autonomo. Attraverso questi meccanismi, SCC fornisce un apprendimento esperienziale accelerato.

Sebbene i progetti realistici siano cruciali per un SCC di successo, un curriculum non è solo una raccolta casuale di progetti. Piuttosto, è una sequenza attentamente elaborata in cui ogni progetto si basa e amplia le conoscenze e le competenze dei progetti precedenti, pur rimanendo nello stesso contesto generale della trama. 

Questa progressione di progetti è il cuore di qualsiasi SCC. Un contesto ricco e realistico promuove l’acquisizione delle conoscenze da utilizzare, mentre l’interazione estesa all’interno di una singola storia sfrutta il contesto della storia, riducendo la necessità di “apprendimento senza valore aggiunto” non correlato a conoscenze e abilità mirate (ad esempio, l’apprendimento dei particolari di una società cliente fittizia).

Poiché i problemi del mondo reale sono spesso grandi, sfaccettati e complessi, agli studenti di un SCC viene insegnato a superare sfide molto grandi in modo di principio e incrementale, basandosi sistematicamente su abilità e conoscenze acquisite in precedenza. Questo aiuta gli studenti a capire come scomporre i problemi in sotto-problemi gestibili, mettere insieme un piano di lavoro ragionevole per realizzare tutti i compiti richiesti e non lasciarsi scoraggiare quando affrontano problemi altrettanto grandi nel mondo che li circonda.

La normale situazione scolastica mette i singoli studenti in competizione l’uno con l’altro per i voti, e solo raramente raggruppa gli studenti in modo serio. L’SCC spesso raggruppa gli studenti perché le storie raccontate richiedono più ruoli e perché imparare a lavorare in team – e, forse, anche come un team virtuale distribuito – è un aspetto importante di molte carriere del mondo moderno. La natura basata sul team di molti progetti SCC significa che gli studenti possono imparare gli uni dagli altri e significa anche che gli studenti devono apprendere ulteriori competenze, come la divisione equa del lavoro e la gestione delle relazioni e delle problematiche relative allo stile di lavoro.

Gli SCC non sono intrinsecamente basati su computer e gran parte dell’attività svolta dagli studenti durante il completamento di un SCC avviene in genere offline. Ciò può includere l’incontro con i compagni di squadra, la ricerca di un problema locale, la costruzione di un robot o il disegno di uno schizzo architettonico, a seconda della particolare storia alla quale lo studente partecipa. 

Tuttavia, il computer viene in genere utilizzato per fornire un SCC. Gli studenti iscritti a un curriculum sono in genere “impiegati” da un’organizzazione fittizia (come la società di webzine o la società di robotica, di nuovo, a seconda della storia), e ogni progetto è in genere definito per lo studente sotto forma di un e-mail o  video consegnato via web da un manager immaginario o un altro superiore nell’organizzazione. 

Le e-mail spiegano cosa deve essere fatto e altre pagine del sito Web forniscono assistenza su come procedere, inclusi suggerimenti e trabocchetti, suggerimenti su libri che potrebbero essere utili e così via. Inoltre, se lo studente riceve assistenza da un mentor remoto da noi fornito, utilizza il sito per scoprire come porre domande al mentor e come inviare risultati al mentor per valutazione e feedback.

Un SCC modifica drasticamente il luogo di istruzione nel curriculum. Mentre i docenti sono al centro del curriculum tradizionale, SCC colloca lo studente e il suo ruolo all’interno della storia al centro della scena. L’istruzione è relegata a un ruolo di supporto ridotto ma comunque importante, fornendo aiuto, consulenza e feedback  quando serve mentre lo studente lavora. Usiamo la parola “mentor” piuttosto che “docente” per evidenziare il cambiamento del ruolo dell’insegnante.

L’SCC richiede due tipi di tutor: istruttori di apprendimento ed esperti nella materia educativa. Un coach di apprendimento motiverà e indirizzerà  lo studente in direzioni produttive, aiutandolo a formulare strategie per compiti assegnati e identificare opportunità di apprendimento auto-diretto durante l’esecuzione di un compito.

Roger Schank – April 2007

Dai una scossa alla tua vita